Gusti e sapori della cucina Mediterranea- - Mediterranean Cooking

Condividi Home|Libri di cucina| Leggi Augustaonline.it     Leggi Torionline.net









Cucina Mediterranea


Fiera del tartufo di Acqualagna, dietro le quinte in cucina

02 novembre 2016 - Uno chef siciliano è tra i protagonisti della cucina alla Fiera del Tartufo bianco di Acqualagna nelle Marche. Massimo D'Anna è ,insieme a Cristiano Venturi, il motore dei cooking show della fiera del tartufo più importante in Italia che si è aperta il 30 ottobre e chiuderà il prossimo 13 novembre. Acqualagna rappresenta in Italia un punto di riferimento per la produzione del tartufo bianco. Il sindaco Andrea Pierotti riferendosi al futuro della Fiera ha sottolineato come: “questa rappresenti un patrimonio unico, un compendio di storie e di saperi da trasmettere alle nuove generazioni”.
La cerimonia d'apertura ha visto centro della fiera Piazza Enrico Mattei dove il profumo si spande tutto intorno per centinaia di metri. Quest'anno il Sindaco ha consegnato il prestigioso riconoscimento Ruscella d’Oro 2016 al famoso chef, protagonista di programmi televisivi come Kitchen Sound e 4 ristoranti , Alessandro Borghese: “E’ un grande onore fare parte del Grand Ordine della Ruscella d’Oro insieme a Gualtiero Marchesi, il top della cucina italiana. Sono amico di Acqualagna da tanti anni e diventare Ambasciatore italiano del Tartufo mi commuove e mi fa piacere soprattutto perchè il Tartufo è un prodotto d’eccellenza. Acqualagna sa comunicare la grandezza dell’Italia che lavora, la cultura gastronomica del Bel Paese. Una cultura che va trasmessa sempre di più ai giovani”.
Lo chef ha inaugurato una serie di cooking show i cui protagonisti saranno altri chef italiani molto famosi tra cui Max Mariola di Gambero Rosso; Antonio Ciotola famoso chef non vedente; il russo Nikita Sergeev ; Giorgio Barchiesi “Giorgione” e Stefano Bicocchi “Vito” di Gambero Rosso Channel. Una sfida ai fornelli tra due imprenditori del territorio : Luca Paolorossi, Sartoria Luca Paolorossi e Paolo Togni, AD Togni Spa presentati da Federico Quaranta. I famosi chef sono accolti sul palco/cucina da Antonio Bedini e Marco Checcacini dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani. Dietro tutti i cooking show, a cui partecipano come pubblico/assaggiatore oltre sessanta persone per volta, ci sono l'augustano Massimo D'Anna e Cristiano Venturi che coordinano una brigata di cucina che ha il compito di replicare in tempo reale i piatti presentati dai grandi chef da servire alla platea di persone.
Mentre gli chef preparano le ricette davanti al pubblico, tra riflettori e dirette tv, dietro le quinte in cucina si preparano le stesse ricette per tutti i commensali, un lavoro che rappresenta il massimo della professionalità e accuratezza, oltre sessanta piatti preparati sotto il coordinamento di Massimo D'Anna che commenta : "La cucina....e' passione costanza e sacrificio. Spesso il lavoro che sta dietro un grande chef è la compattezza di una buona brigata. Una sorta di orchestra che intona all'unisono la stessa melodia, ognuno con il proprio strumento. Il risultato finale è il piatto che serviamo in tavola". Un lavoro che spesso si dimentica di apprezzare. Poi alla fine del cooking show tutti sul palco per i ringraziamenti finali e i meritati applausi. In tutte le giornate della Fiera si potrà provare l’affascinante ricerca al tartufo con gli esperti del territorio. In più per la prima volta anche i bambini (e se vorranno i loro genitori) potranno andare a lezione e provare la ricerca del prezioso tubero guidati da un’esperta tartufaia del territorio. Appuntamento al Parco della Repubblica in pieno centro storico.

Per Massimo D'Anna, 52 anni, nato ad Augusta in Sicilia, la cucina è una passione, ha percorso tutte le tappe dal basso nel rango delle cucine, prima nel difficile mondo della ristorazione collettiva con prestigiose aziende italiane : aiuto, cuoco, responsabile di mensa e di zona. Autoditatta, la sua voglia di studiare e sperimentare lo ha premiato fino a diventare Chef Exsecutive. Nel 2011 ha rappresentato l'Italia a Budapest al Gran gala' della Cucina Italiana. La sua esperienza lo ha portato in diverse nazioni per l'apertura di nuovi ristoranti,l'ultimo in ordine di tempo il ristorante Roma in Asia centrale. Ha partecipato a Carpi Gran Gourmet, sempre in giro. Dal 2007 al 2011 è stato lo Chef di Capo Campolato. Dopo una pausa di riflessione è tornato ai fornelli, in giro per il mondo. Tra gli ultimi impegni del 2015 la fiera internazionale del Tartufo di Acqualagna alla presenza di Gualtiero Marchesi. Ad Acqualagna nel 2015 si è esibito in un particolare cooking show con lo chef Antonio Ciotola non vedente :"Buio in padella" dove tutti i commensali hanno cenato bendati. Ha collaborato a prestigiosi Cooking show con chef del calibro di Marco Faiella, Cristiano Tomei, Valentina Scarnecchia, Antonio Bedini, Antonio Corrado e Stefano De Gregorio, Giorgio Barchiesi di Gambero Rosso channel. Apprezzato nel mondo della cucina italiana all'estero. E' reduce di un importante progetto , un corso di cucina italiana a Budapest all'Akademia Italia dove ha insegnato i segreti della cucina italiana a chef locali. Nell'aprile 2016 apertura e avvio del ristorante/pizzeria "Il Forno" nel centro di El Kobhar - Emirati Arabi per conto di un imprenditore e manager locale. Tornato in Italia ha firmato il restyiling di alcuni ristoranti lungo la riviera marchigiana di rinomati Hotel. A ottobre ha partecipato alle Olimpiadi della Cucina 2016 in Germania con un team veneto, dell'associazione Professione cuochi italiani, che nella competizione dei Team da tutto il mondo, ha collezionato sei medaglie d'argento, 4 di bronzo e due diplomi speciali. Sta partecipando alla 51esima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna, dal 30 ottobre al 13 novembre, come coordinatore della cucina che prepara centinaia di piatti durante i cooking show delle star della cucina italiana. 2016 © www.cucina.insw.net





Rubrica di Augustaonline.it - 2004/2015 © Internet Network Solutions
E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.